Conto deposito vincolato, cos’è e che vantaggi ha

Il conto deposito vincolato è una scelta di investimento che fa solitamente chi ha un po’ di soldi in banca e vuole farli fruttare senza correre rischi.

Conto deposito vincolato, cos'è e che vantaggi ha

Si contrappone spesso al conto deposito senza vincoli. Ma che vantaggi ha un conto deposito vincolato come Illimity Bank (qui il Sito Ufficiale)? Conviene vincolare i soldi in un conto deposito?

Cerchiamo di scoprirlo in questo articolo.

Conto deposito vincolato, cos’è

Iniziamo con il dire che un conto deposito vincolato è un conto di deposito in cui la banca pone dei limiti di prelievo del denaro depositato.

I limiti stanno proprio nel “vincolo temporale”: si depositano i soldi oggi e, per un certo numero di mesi, non si possono prelevare.

In realtà, bisogna distinguere due casi:

  • il conto deposito vincolato dal quale la banca permette comunque di prelevare il denaro, solo che sul denaro prelevato prima della scadenza del vincolo applica un tasso di interesse base (come se fosse un conto deposito senza vincolo);
  • il conto deposito vincolato dal quale non si possono proprio prelevare i soldi.

In tutti i casi, il conto deposito viene garantito dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che protegge depositi fino a 100.000 euro.

Vantaggi del conto deposito vincolato

  • Sicurezza del deposito, grazie alla protezione del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi;
  • Buon Investimento Sicuro di breve termine;
  • Tasso di interesse più alto rispetto al conto non vincolato;
  • Zero spese di apertura e di chiusura;
  • Possibilità di svincolare i soldi prima della scadenza, in caso di bisogno (nella maggior parte dei casi, bisogna sempre informarsi prima con la banca).

Guadagni ed interessi di un conto deposito vincolato

Il guadagno che si ha da un conto deposito vincolato dipende dalla durata del vincolo e dalla proposta commerciale fatta dall’istituto di credito.

Ad oggi, nel 2022, si possono avere dei tassi di interesse che arrivano fino allo 0,60%, come nel caso di:

Capitalizzazione degli interessi

La capitalizzazione degli interessi è un aspetto interessante da sapere.

Si tratta del momento in cui la banca pagherà gli interessi sul deposito.

Ci sono alcune banche che pagano in anticipo (come il conto deposito Che Banca!), altre che pagano ogni mese, altre ancora ogni 3 mesi, ed altre direttamente a fine periodo.

La capitalizzazione è un parametro importante da considerare perché gli interessi maturati possono essere reinvestiti a loro volta.

Costi di un conto deposito vincolato

Come detto in precedenza, in genere il conto deposito vincolato prevede zero spese di apertura e di chiusura.

Possono esserci, invece, i costi di bollo statale (se non sono sostenuti dalla banca) pari allo 0,2% della giacenza.

Questa percentuale viene sempre calcolata in frazione dei mesi durante i quali il conto è stato effettivamente aperto.

Durata di un conto deposito vincolato

La durata del vincolo su in conto di deposito vincolato va in genere da 3 a 24 mesi.

Maggiore è la durata del vincolo e più alto sarà il tasso di interesse remunerato dalla banca.

Come scegliere il miglior conto deposito vincolato

Per scegliere il miglior conto deposito vincolato bisogna valutare tre aspetti:

  • il tasso di interesse garantito;
  • la durata del vincolo;
  • se si ha la possibilità di svincolare i soldi prima della scadenza.

Il tasso di interesse garantito, insieme alla durata del vincolo, sono i due aspetti più importanti.

Se ad esempio si ha la certezza che non si avrà bisogno dei soldi sul conto corrente per i prossimi 12 mesi, si potrà andare a cercare il conto deposito vincolato con il tasso di interesse più alto per 12 mesi.

Stesso discorso se si prevede che per i prossimi 3 mesi non si avrà bisogno del denaro sul proprio conto corrente, si potrà decidere di vincolare quella somma per 3 mesi.

La possibilità di svincolare i soldi prima della scadenza è un po’ un “paracadute”: se in caso di imprevisto si avesse bisogno del denaro prima della scadenza del vincolo, è importante sapere di poterlo ritirare in ogni momento.

Qualora si decidesse di farlo, non si dovrà pagare nessuna penale, ma si perderà il vantaggio del tasso di interesse più elevato (verrà invece corrisposto quello base, pari a quello di un conto deposito non vincolato).

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *