Guida a come ricaricare la carta prepagata Mastercard N26: dal bonifico bancario fino al MoneyBeam.

Ricaricare una carta N26 (qui il link al sito ufficiale per ottenere la carta N26) è molto semplice e può essere fatto con diverse modalità.

Vediamo quali sono i modi per ricaricare soldi sulla N26.

Clicca qui per andare sul sito ufficiale N26 ed aprire un conto.

Come ricaricare N26, e dove farlo

Ecco i vari modi per ricaricare la propria carta N26 gratis (sito ufficiale).

Bonifico Bancario

E’ forse il modo più semplice e veloce. Dato che ogni carta N26 (sito ufficiale) ha un IBAN, basta avere un conto corrente per mettere soldi sul conto.

L’IBAN è lo stesso codice che dovrai condividere con il tuo datore di lavoro, con i clienti o con l’ente pensionistico per ricevere pagamenti direttamente sulla N26.

Paypal

Per ricaricare la N26 con PayPal ti basta collegare il tuo IBAN di N26 al tuo conto PayPal.

Una volta completato il passaggio, potrai iniziare a trasferire denaro da quest’ultimo verso la tua prepagata tedesca N26.

Solitamente PayPal applica delle commissioni, che bisogna verificare direttamente con la piattaforma.

Da altra carta

Se devi ricevere denaro da un’altra carta, occorrerà controllare quest’altra carta che possibilità ha di inviare denaro.

Se si tratta di una prepagata con IBAN, è come se si facesse un bonifico da carta a carta.

Altrimenti, la si potrebbe aggiungere a PayPal ed inviare un bonifico tramite PayPal sull’IBAN N26.

Accredito stipendio

Come anticipato sopra, ti basterà dare l’IBAN della tua prepagate N26 (sito ufficiale) al tuo datore di lavoro per ricevere lo stipendio accreditato direttamente sulla tua carta prepagata.

Accredito pensione

Esattamente come nel punto di prima, la N26 può essere usata per farsi accreditare la pensione.

Che tu sia un pensionato INPS o ex-INPDAP, la N26 è una carta prepagata valida per poter ricevere ogni mese l’accredito pensionistico.

In contanti

Per ricaricare N26 in contanti in Italia puoi usare la modalità Cash26.

Si tratta di una funzione sviluppata direttamente da N26 che ti permette di depositare o prelevare denaro contante presso i negozi convenzionati.

In Italia è possibile usare Cash26 nei seguenti negozi:

  • 394 negozi Penny;
  • 348 negozi Carrefour.

Per sapere dove si trova il negozio abilitato più vicino a te, devi scaricare l’app ufficiale e andare sulla schermata Cash26.

Non c’è modo, ad oggi, di ricaricare la N26 in contanti dal tabaccaio, come invece si fa con altre carte come la Postepay, o da ATM.

Dopo aver depositato i contanti tramite CASH26, i soldi sono immediatamente disponibili sul conto.

E’ possibile versare da minimo 50€ per volta, e fino a 999€ ogni 24 ore, e fino a 2.999€ ogni settimana.

Attenzione al fatto che sulla somma depositata in contanti si applicherà una commissione dell’1,5%.

Apple Pay o Google Pay

Se hai un dispositivo Apple potrai usare Apple Pay, in alternativa se hai un Android potrai usare Google Pay.

Con questa modalità potrai ricaricare da 20 a 450€ a volta.

Attenzione al fatto che per caricare soldi con uno di questi due metodi si paga una commissione del 3% sull’importo depositato.

MoneyBeam

Con MoneyBeam potrai ricevere denaro da altri utenti N26.

Ti basterà solo richiedere un MoneyBeam ad un altro utente iscritto con N26, inserire un importo ed una causale, e non appena il contatto confermerà la tua richiesta, riceverai l’importo senza commissioni.

Con questa modalità si possono trasferire massimo 1.000€ ogni 24 ore.

Ricaricare N26, le conclusioni

Abbiamo visto che ricaricare la N26 (sito ufficiale) è molto semplice perché ci sono davvero tante possibilità di farlo.

L’unica cosa a cui stare attenti è che per alcuni modi bisogna pagare delle commissioni, quindi prima di procedere verifica sempre che spese potresti dover sostenere.

Tutti i metodi visti qui sopra valgono per ogni tipo di N26, da quella Standard a quella Metal, e sono validi in ogni paese europeo (Italia, Germania, Olanda, e così via).