PostePay Evolution: Carta prepagata con IBAN di Poste Italiane. Opinioni
PostePay Evolution: Carta prepagata con IBAN di Poste Italiane. Opinioni

Sempre più persone in Italia si stanno affidando alla carta prepagata PostePay Evolution.

Rispetto alla PostePay tradizionale infatti, questo particolare tipo di servizio offre diversi che la rendono decisamente più funzionale. Ciò che spicca maggiormente è la possibilità di usufruire dell’IBAN. Rispetto alla “sorella minore” infatti, Evolution può inviare e ricevere bonifici grazie a questa caratteristica.

Si tratta dunque di un servizio ideale per accrediti di stipendi o pensione ma anche di domiciliazione delle utenze. Basta infatti comunicare il codice IBAN a chi deve effettuare l’accredito per poter ricevere lì il denaro.

> Leggi la Guida sulle carte prepagate ricaricabili con IBAN

Carta prepagata PostePay Evolution: non solo l’IBAN ma anche altri vantaggi

L’IBAN non è comunque l’unico vantaggio legato a questa carta. Risulta possibile infatti, anche pagare bollette direttamente tramite l’App Postepay effettuando una semplice fotografia. Basta inquadrare il codice a barre e autorizzare il pagamento.

I pagamenti sono semplificati, per esempio, anche per i mezzi di trasporto, sempre tramite l’utilizzo dell’app, che risulta assolutamente intuitiva e semplice da utilizzare.

Naturalmente la Carta prepagata PostePay Evolution non è utile solo in questi contesti, ma anche per acquisti occasionali. Il servizio infatti, include la funzione contactless che vede l’inclusione di oltre 44 milioni di negozi inclusi in tutto il mondo e facenti parte del circuito MasterCard.

Da non sottovalutare poi i numerosi sconti in negozi fisici o e-commerce offerti ai possessori di questa carta.

PostePay Evolution: Recensione 2019

Dunque scendiamo un po’ più nei tecnicismi per comprendere meglio se PostePay Evolution può essere considerata una prepagata tra le migliori del settore.

Emissione di PostePay Evolution

Rispetto ad altre carte simili, PostePay Evolution richiede la presenza fisica presso uno sportello postale. Qui verrà consegnata una carta da attivare con un codice fornito a parte.

Al momento dell’emissione sarà necessario pagare 20 euro: 5 per l’attivazione e 15 di ricarica minima per poter avviare il servizio.

Costi PostePay Evolution

Per quanto riguarda i costi, oltre a quelli di emissione, va anche calcolato che il servizio ha un canone annuale pari a 12 euro.

Oltre a questo, i costi sono a grandi linee i seguenti:

  • Commissione prelievo ATM Postamat gratis
  • Commissione prelievo ATM banche 2 euro
  • prelievo uffici postali 1 euro
  • costo bonifici bancari 2 euro

Riguardo i costi di ricarica invece, variano in base alla modalità e al circuito da cui avviene tale operazione.

Limiti

Oltre ai costi, un’altra caratteristica molto importante delle prepagate sono i limiti a cui sono sottoposte.

In tal senso PostePay Evolution ha un plafond da 30.000, decisamente elevato vista la natura personale della carta.

Esiste però un plafond generale riguardante tutte le carte PostePay possedute da una singola persona che ammonta a 100.000 euro.

Scendendo maggiormente nei dettagli è bene ricordare che:

  • Per le ricariche online, il limite è di 3.000 euro per singola operazione (massimo 2 ricariche al giorno).
  • Per i prelievi giornalieri, il limite risulta di 600 euro al giorno (e di 2.500 al mese)
  • I trasferimenti da carta PostePay a PostePay sono gratuiti
  • Vi è un limite per i pagamenti giornalieri pari a 3.500 (e un limite mensile di 10.000)

Sicurezza: PostePay Evolution è sicura?

Il principale sistema di sicurezza su cui fa leva la carta prepagata PostePay Evolution risulta essere una password dinamica inviata con un SMS gratuito al numero di cellulare abbinato alla carta. In questo modo, per poter effettuare una operazione, non è sufficiente avere la carta ma è anche necessario avere il cellulare a disposizione (quindi, per chi effettua un furto, si tratta di una operazione decisamente più difficile da compiere).

Come per la PostePay tradizionale o quella Business, spesso vi sono tentativi di phishing tramite mail fasulle inviate a nome di Poste Italiane. In tal senso è bene ricordare come non bisogna mai rispondere alle email che invitano a cliccare su link e tanto meno digitare i dati personali e della propria carta Postepay.

Furto o smarrimento

In caso di furto o smarrimento la tempestività è essenziale.

Il primo passo consiste nel contattare il servizio clienti di PostePay (attivo 24 ore su 24) tramite il numero 800.90.21.22 (+39.049.2100.149 dall’estero).

La carta verrà dunque bloccata immediatamente dopo aver comunicato all’operatore il codice di blocco, fornito al cliente nel momento dell’attivazione della prepagata.

Dopo questa prima fase è necessario appurare se sono state effettuate operazioni a insaputa del possessore della carta. Per fare ciò è sufficiente accedere all’account online e controllare la lista movimenti. Nel caso ve ne fossero di sospetti, è bene salvare e stampare la lista.

Infine è necessario denunciare quanto avvenuto alle Autorità, comunicando alle stesse i propri dati personali, il numero della carta, il codice di blocco e l’eventuale lista dei movimenti incriminati.

In conclusione: Opinioni 2019

L’aggiunta del codice IBAN e le enormi possibilità che ciò include, rendono PostePay Evolution un’ottima soluzione per chi vuole limitare l’uso del denaro.

Se a ciò si aggiunge un canone annuale estremamente basso, si comprende come mai sempre più persone stanno scegliendo questo tipo di prepagata.