ViaBuy: Recensioni ed Opinioni
ViaBuy: Recensioni ed Opinioni

Tra le tante carte prepagate disponibili sul mercato, recentemente ViaBuy è una delle più interessanti. La proposta dell’istituto bancario in questione infatti, sta conquistando una fetta di mercato che va gradualmente espandendosi.

Caratteristiche ViaBuy

In questo particolare settore, i competitor sono molti e in grado di offrire un livello di servizi sempre più avanzati. Nonostante ciò, la carta prepagata di cui parleremo in questo articolo è in grado di differenziarsi e mettersi in mostra.

ViaBuy: Recensioni ed Opinioni 2020

ViaBuy è una tipologia di carta dotata di un codice IBAN. Ciò comporta che, tramite la stessa, è possibile ricevere bonifici postali. Questa caratteristica però, è solo una delle tante offerte da questo servizio. La prepagata infatti è connessa a un conto corrente ottenibile da chiunque ne faccia richiesta, senza procedure complicate e senza una quantità enorme di documenti.

Trattandosi di un servizio online, ViaBuy offre tutta la praticità strettamente connessa a questo tipo di piattaforma. Tutti i servizi fruibili dal cliente, solitamente collegati agli sportelli bancari, diventano così semplici passaggi da compiere direttamente online.

ViaBuy: una prepagata adatta a tutti anche protestati o cattivi pagatori

La carta in questione si presenta al pubblico con due colori (nera o dorata), oltre che dal numero della stessa e dal nome del titolare in rilievo. Ciò permette all’utente di fruire di una carta molto più simile a quelle di credito che alle comuni prepagate.

Di fatto, ViaBuy è una tra le carte con minori restrizioni per quanto concerne la richiesta. Gli unici requisiti realmente richiesti sono la residenza all’interno dell’UE e l’aver raggiunto la maggiore età.

Non solo: anche i cattivi pagatori o altre persone che hanno problemi finanziari, non esistono particolari limitazioni. Solitamente, quando si è protestati o cattivi pagatori, poter anche solo aprire un conto bancario diventa difficile. Con ViaBuy invece, risulta tutto molto più semplice.

Vai al Sito Ufficiale di ViaBuy >>

Come richiedere ViaBuy

Chiunque rientri nei pochi parametri richiesti, può ordinare la carta direttamente tramite la piattaforma (Qui il link al Sito Ufficiale) che eroga il servizio.

Qui è necessario compilare l’apposito questionario che, come già detto in precedenza, richiede meno dati e documentazione rispetto ai competitor. Una volta inviato il form, la carta verrà consegnata direttamente tramite posta.

I costi della alla carta ViaBuy

Come appare ovvio, legati a ViaBuy vi sono anche una serie di costi. Il primo con cui fare i conti è proprio l’esborso richiesto per l’emissione.

La carta che stiamo trattando infatti, costa 69,90 euro: una cifra decisamente sopra la media. Al di là dell’emissione, ViaBuy richiede poi un canone annuale pari a 19,90 euro.

Ai costi fissi si vanno ad aggiungere quelli operativi. In tal senso, in caso di transazioni in valuta estera, si applica una commissione pari a 2,75%. Non esistono altri particolari costi, visto che sia gli acquisti che i bonifici, risultano privi di maggiorazioni.

Allora perché scegliere la carta prepagata ViaBuy?

Come detto anche qualche paragrafo prima, la ViaBuy richiede poche informazioni, quindi è anche una carta per cattivi pagatori e protestati!

Vai al Sito Ufficiale di ViaBuy >>

Le limitazioni

Anche se caratterizzata dai costi fissi piuttosto elevati, questa piattaforma offre vantaggi consistenti e inusuali per una prepagata. La caratteristica più evidente in tal senso è il plafond da 50.000 euro (una cifra estremamente elevata per servizi di questo genere).

Per quanto concerne la quantità massima di soldi versabili a livello annuali, il discorso si fa decisamente più complesso. ViaBuy infatti, a seconda dei dati che l’utente inserisce nel form in fase di registrazione, offre diversi livelli con vari limiti.

Questi variano da IDV1 a IDV3. Nel primo caso, la cifra di denaro che si può versare non può superare i 1.000 euro annualmente, mentre nel caso di IDV3 si può raggiungere i 15.000 euro annuali. Per ottenere un “upgrade” è necessario solamente fornire maggiori informazioni al servizio.

Come ricaricare la ViaBuy?

Per quanto riguarda le ricariche, ViaBuy offre una notevole varietà di opzioni. Ovviamente, avendo un IBAN, l’operazione più semplice è quella di ricaricare la carta tramite bonifico. In questo caso infatti, non vi è nessuna commissione di ricarica.

Utilizzando un bonifico internazionale (fuori dal SEPA) o usufruendo di una carta di credito o debito, la commissione risulta pari all’1,75%.

In conclusione

ViaBuy è una carta prepagata con conto corrente annesso piuttosto interessante. Nonostante il canone annuale e soprattutto il costo di emissione infatti, per alcune necessità specifiche può risultare molto utile.

La suddivisione in diverse “classi” può inoltre consentire di avere una prepagata più sicura sotto il punto di vista della privacy, o una con margini di movimento maggiori (anche se al prezzo di alcuni dati importanti).

Vai al Sito Ufficiale di ViaBuy >>