POS Poste Italiane: PostePay Tandem
POS Poste Italiane: PostePay Tandem

In un settore che sta rapidamente conquistando il mercato come quello dei POS, anche Poste Italiane ha voluto inserirsi, proponendo dispositivi e servizi collegati al proprio brand.

Nello specifico, quanto offerto dall’azienda, è rappresentato dal pacchetto POS PostePay Tandem. Ma in cosa consiste il servizio e il device offerto da Poste Italiane ai propri clienti?

L’installazione di un terminale POS presso la propria attività è ormai obbligatorio, dopo l’introduzione della fatturazione elettronica. Questo hardware permette di effettuare pagamenti con carte di debito e credito, in maniera veloce e sicura per entrambe le parti coinvolte nella transazione.

Grazie a POS PostePay Tandem, è possibile usufruire di un lettore di carte tecnologicamente avanzato e, allo stesso tempo, di un software all’altezza della situazione.

POS PostePay Tandem, Poste Italiane: Recensioni ed Opinioni 2020

La denominazione “Tandem” non è causale. Poste Italiane infatti, con questo particolare termine propone un doppio prodotto, caratterizzato da:

  • PostePay Tandem Mobile POS, che accetta tutte le carte dei principali circuiti anche in mobilità senza particolari costi mensili. Il sistema è gestibile attraverso l’App Tandem direttamente da tablet o smartphone.
  • PostePay Tandem Pos Fisico, che propone condizioni trasparenti e vantaggiose per l’esercente e permette di monitorare gratuitamente le transazioni via web.

Per entrambe le soluzioni è prevista assistenza telefonica gratuita.

Come funziona il servizio?

Al di là di alcune caratteristiche che rendono le due soluzioni diverse, va detto che Tandem Mobile ha l’innegabile vantaggio di essere un dispositivo trasportabile. In questo modo, attività che prevedono consegne a domicilio, possono gestire i pagamenti anche senza dover fruire di un POS fisico.

Per quanto concerne le pratiche di pagamento, queste risultano estremamente sicure. Il denaro ottenuto con la transazione viene accreditato con grande rapidità: si parla del primo giorno lavorativo successivo alla transazione. Il denaro così ottenuto, può essere diretto verso una carta Postepay Evolution Business (o un conto Banco Posta) legata precedentemente al dispositivo POS.

Costi e commissioni del POS PostePay Tandem

Nonostante non siano presenti canoni mensili, il servizio proposto da Poste Italiane ha comunque dei costi legati al suo utilizzo.

In primis, va acquistato il POS, al prezzo di 15 euro più IVA. Poi vi sono le commissioni legate alle transazioni. In questo caso, non si tratta di una percentuale fissa ma che varia a seconda dei circuiti coinvolti.

Con i prodotti di Poste Italiana (come carte Postamat, PostePay e PagoBancomat) la commissione è pari al 3%.

Con carte di debito o prepagate dei circuiti più conosciuti (Visa, VPay, Visa Electron, MasterCard e Maestro) la commissione sale al 3,5%.

Le carte di credito, generalmente, presentano una commissione pari al 4,5% (attenzione: alcune di queste come UnionPay, JCB e soprattutto American Express non sono accettate).

Conscia del fatto che spesso il POS viene utilizzato anche per piccole transazioni, Poste Italiane offre particolari condizioni vantaggiosi per le operazioni inferiori ai 5 euro. In tal senso però, invitiamo a chiedere informazioni più precise direttamente all’azienda.

L’applicazione e il suo utilizzo

Punto di forza di questo servizio, è senza ombra di dubbio l’app PostePay Tandem Mobile POS. Si tratta di un software compatibile sia con sistemi Apple che Android.

Di fatto, con l’app attiva sul proprio device mobile, è possibile utilizzare il lettore di carte. Quando viene inserita una carta, sul display del dispositivo è necessario inserire l’indirizzo e-mail o il numero telefonico del cliente, al fine di inviare la ricevuta digitale.

Quanto offerto dal software però, non si limita alla mera transazione, ma anche a una serie di dati estremamente interessanti che riguardano l’attività del possessore. In tal senso, si spazia da un archivio clienti, con tanto di dati anagrafici e storico delle transazioni, alla possibilità di visionare gli scontrini di tutte le transazioni effettuate con il dispositivo.

Risulta anche la funzione che permette di confrontare i dati della propria attività con quelli della concorrenza che lavora nella stessa area geografica. Infine, con Lab Business, è possibile ottenere consigli da parte degli esperti per quanto concerne il marketing.

Proprio legate al software però, come vedremo in seguito, vengono registrati diversi malfunzionamenti che vanno a invalidare quanto di buono proposto da Poste Italiane con questo servizio.

In Conclusione

Poste Italiane ha abituato i suoi clienti a fornire i più disparati servizi. Come tanti di essi anche PostePay Tandem presenta alcuni lati positivi e altri negativi. Per esempio, il servizio è particolarmente apprezzabile per quanto concerne i tempi di accredito, decisamente superiori alla media del settore.

Come già accennato, il tallone d’Achille principale del sistema offerto da Poste Italiane è il funzionamento dell’app. Essa, seppur realizzata con buoni propositi, presenta spesso disservizi piuttosto gravi che di fatto bloccano qualunque tipo di operazione.

Se un servizio agli esordi sul mercato può facilmente presentare questi problemi, per PostePay Tandem non è un attenuante, in quanto i malfunzionamenti segnalati si stanno ripetendo costantemente nel tempo.

Non mancano poi le esclusioni eccellenti, come per esempio le carte American Express. Alcune tipologie di carte sono escluse da questo servizio e ciò influisce negativamente sul funzionamento dei lettori.

In conclusione, anche le commissioni non sembrano particolarmente vantaggiose. In questo settore infatti, è possibile individuare sistemi ben più solidi e che presentano difficilmente deficit così pesanti.

Vedi l’elenco dei migliori POS >>