SumUp: il POS senza costi fissi
SumUp: il POS senza costi fissi

Nell’ambito dei POS, recentemente si sta ritagliando un ruolo di tutto rispetto SumUp. Che tipo di servizio è? Ma soprattutto, perché sempre più esercizi commerciali adottano questo sistema di pagamento?

Nonostante i pagamenti elettronici siano sempre più diffusi, clienti e commercianti vedono con diffidenza questo tipo di transazioni. Il principale motivo di tale perplessità è da ricercare nei costi aggiuntivi che spesso accompagnano questo genere di servizio.

Nello specifico, gli esercenti devono sottostare a contratti impegnativi e in commissioni spesso piuttosto eccessive. Proprio per andare a rassicurare i commercianti, SumUp propone dei lettori di carte che, pur mantenendo un servizio eccellente, abbattono i costi.

SumUp, il POS senza canoni mensili: recensione 2020

La grande forza di SumUp è proprio l’eliminazione di qualunque tipo di comodato d’uso o canone mensile. In tal senso, per fruire di questi modelli di lettori, è necessario esclusivamente effettuare l’acquisto e pagare una piccola commissione per ogni transazione (pari all’1,95%).

Nello specifico, vengono offerti ai clienti due distinti modelli:

Lettore di carte Air

Il lettore di carte Air (in vendita a 79 euro), capace di interagire con tablet e smartphone, di lavorare facilmente con connessioni WiFi oltre a essere dotato di una batteria capace di durare per 500 transazioni. Le dimensioni del device sono estremamente ridotte, visto che misura appena 8,4 x 8,4 x 2,3 centimetri.

Sito Ufficiale SumUp >>

Lettore di carte 3 G

Il secondo dispositivo offerto da SumUp è il lettore di carte 3 G (a 129 euro). Rispetto alla prima soluzione, questa macchina permette di utilizzare una SIM con dati mobili totalmente gratuiti, già presente al suo interno. Anche il lettore di carte 3 G si presenta come ultra compatto, visto che misura solamente 13,3 x 7,1 x 1,9 centimetri.

Sito Ufficiale SumUp >>

Quali carte e circuiti accetta il POS SumUp?

Al di là di questa differenza, entrambe le soluzioni non richiedono canoni e hanno una garanzia della durata di 12 mesi. A prescindere dal lettore di carte scelto, i dispositivi SumUp sono compatibili con numerose prepagate, carte e circuiti come:

A prescindere dal metodo di pagamento, gli accrediti sul conto del commerciante solitamente avvengono entro 2-3 giorni dalla transazione. Altri servizi connessi ai suddetti POS come spedizione, App (iOS o Android) per l’utilizzo, assistenza telefonica, via mail o chat, sono del tutto gratuiti.

Quali OS sono dispositivi compatibili con i lettori SumUp?

I lettori protagonisti di questo articolo sono compatibile con tutti i tablet e smartphone Android 4.4 o con una successiva versione del sistema operativo.

Per quanto concerne iPhone, sono compatibili tutti i modelli successivi al 4S, mentre per quanto riguarda gli iPad si va dalla terza generazione in poi, se dotati di sistema operativo iOS 8.0 (o successive versioni).

Un POS senza banca

Il servizio da SumUp funziona senza canoni grazie al fatto che viene in un certo senso “bypassato” il sistema bancario durante la transazione. In poche parole, l’esercente può farsi accreditare gli incassi direttamente conto senza passare attraverso conto corrente.

Di seguito una tabella di riepilogo delle principali caratteristiche e una panoramica sull’utilizzo pratico di questo lettore di carte.

Qui il Link al Sito Ufficiale SumUp >>

Come funzionano i lettori

Una volta ricevuto il dispositivo, è bene svolgere alcune operazioni al fine di renderlo perfettamente attivo e funzionante. Per fare ciò, è necessario scaricare l’apposita applicazione sul proprio smartphone/tablet (sia esso Android o iOS). Accendendo alla stessa, è poi possibile collegare, attraverso Bluetooth, il telefono a SumUp Air. Fatto ciò, il POS è pronto per funzionare.

In fase di pagamento, è possibile semplicemente scegliere dal catalogo presente nell’app i prodotti acquistati per ottenere il conto (è possibile anche agire “manualmente” inserendo gli importi). Dopo aver confermato il totale, l’utente può inserire la carta e poi digitare il PIN per pagare la merce. Ovviamente, se la carta è abilitata contactless e se la spesa è inferiore ai 25 euro, è sufficiente passare la carta sul lettore.

Se il cliente desidera pagare con Apple Pay e Google Pay può utilizzare direttamente il proprio smartphone avvicinandolo al lettore, dopo aver eventualmente autorizzato la transazione tramite impronta digitale.

L’applicazione SumUp

Al di là di ciò che sono i lettori, merita un po’ della nostra attenzione anche il gestionale che permette di gestire al meglio tutto il meccanismo proposto da SumUp. L’app infatti, permette di tenere sotto controllo qualunque tipo di statistica e transazione effettuata attraverso l’hardware, nonché di tenere la contabilità.

Inoltre, come già accennato, tramite il software è possibile preparare già il catalogo di prodotti presenti nel negozio, per rendere ancora più rapide le transazioni dei clienti.

Per favorire la gestione del sistema da parte di più dipendenti, è possibile realizzare più account singoli e personali, utili in attività con molti commessi o, per esempio, nell’ambito della ristorazione (dove lavorano diversi camerieri e membri dello staff).

Ovviamente è possibile restringere l’utilizzo dell’app per far sì che i dipendenti non abbiano accesso a determinati dati sensibili.

Opinioni 2020: in conclusione

SumUp è una soluzione ideale per tagliare eventuali costi legati al canone del POS. Si tratta di dispositivi particolarmente apprezzati dalle piccole attività, anche perché l’utilizzo è particolarmente semplice e si adatta facilmente a negozi di piccole-medie dimensioni.

La soluzione 3 G poi, con SIM integrata, si rivela ottima quando si tratta per esempio, di proporre servizi a domicilio. L’alta compatibilità con i maggiori circuiti di pagamento e l’applicazione, estremamente duttile e funzionale, completano il quadro di un servizio decisamente completo.

Vai al Sito Ufficiale SumUp >>