N26 vs CompassPay

Confronto N26 vs CompassPay

N26
CompassPay

La carta N26 (clicca per il sito ufficiale) appartiene al circuito Mastercard, mentre la carta CompassPay (clicca per il sito ufficiale) appartiene al circuito VISA.

Sono entrambe carte prepagate.

La banca emittente per la carta N26 è N26 Bank (emessa in Germania), mentre la banca emittente della carta CompassPay è Intesa SanPaolo (emessa in Italia).

Entrambe le carte hanno l'IBAN.

Entrambe le carte sono contactless.

Solo la carta N26 (clicca per il sito ufficiale) è anche per minorenni (figli, nipoti, bambini), mentre la carta CompassPay no.

La carta N26 (clicca per il sito ufficiale) può essere usata sia a livello personale che come carta aziendale / business.

La carta CompassPay (clicca per il sito ufficiale) può essere usata solo a livello personale.

Il colore della N26 è Standard e Nera, mentre il colore della CompassPay è standard.

Condizioni Economiche

N26
CompassPay
Canone annuo
0
0
Cashback
0,01%
No
Costo prelievi
Euro gratis, altra valuta 1,7%
gratis
Commissioni Ricarica
gratis
2,5 euro da punto SisalPay
Costo Attivazione
0.00
0.00
Limite di spesa
5.000 giorno (20.000 mese)
3.000 al mese
Limite di prelievo
2.500 giorno
5.000 al mese
Plafond
N.A.
N.A.

Sistemi di pagamento

La carta N26 (sito ufficiale) può essere usata con i seguenti sistemi di pagamento:

  • Google Pay
  • Apple Pay

Valute e criptovalute

N26
CompassPay
Multivaluta
Si
No
Criptovalute
No
No

Solo la carta N26 è multivaluta, mentre la carta CompassPay no.

Nessuna delle due carte permette di comprare e vendere criptovalute. Lista delle migliori carte prepagate multivaluta.

Giudizi, Recensione e Vantaggi

Ecco i vantaggi della carta N26 (qui il sito ufficiale):

  • Zero costo emissione
  • Zero canone (per la Standard)
  • Poche limitazioni spesa/prelievo
  • Personalizzazione servizi sicurezza

Ecco i vantaggi della carta CompassPay (qui il sito ufficiale):

  • Limiti piuttosto alti
  • Nessun costo di emissione
  • Commissioni bassissime
  • Ottima piattaforma per l’home banking

Per approfondire:

Altre guide che ti potrebbero interessare: