Le carte di credito sono delle carte di pagamento molto diffuse che sono rilasciate dalle banche ai clienti più sicuri e che possono essere usate per qualunque cosa, dalle spese quotidiane fino ad acquisti più o meno grandi.

In questa pagina trovi la classifica delle migliori carte di credito aggiornata al mese di Ottobre 2023.

Migliori carte di credito TOP 3 di Ottobre 2023

Elenco di riepilogo

#1. VISA Classic di Banca Sella
#2. Carta You Advanzia Bank
#3. American Express

Come abbiamo stilato la classifica delle migliori carte di credito?

Il Conto Online ha valutato 21 carte di credito emesse dalle principali banche in Italia sulla base dei seguenti parametri:

  • costo di emissione della carta di credito, considerando che ci sono anche delle carte di credito gratuite;
  • costi di mantenimento della carta di credito, tra i quali il canone annuo, i costi di utilizzo e le commissioni di prelievo;
  • limiti e plafond;
  • facilità con cui è possibile ottenere la carta di credito (ci sono alcune banche che richiedono un saldo minimo sul conto, o delle soglie minime di reddito);
  • tempi di consegna;
  • se la carta è legata ad un conto corrente, o meno;
  • i tassi di interesse per il rimborso delle somme usate in modalità revolving;
  • supporto alle migliori app per i pagamenti, come Google Pay ed Apple Pay;
  • se l’assicurazione è inclusa o no;
  • i giudizi degli utenti

Abbiamo poi dato un valore ad ognuno di questi punti sopra, e dunque abbiamo stilato la classifica finale delle migliori carte di credito 2023. 

Il peso maggiore nella nostra classifica è stato quello legato ai costi e ai limiti in generale:

  • costi di emissione: 15%;
  • canone annuo: 15%;
  • tassi di interesse per il rimborso revolving: 15%;
  • plafond ed altri limiti: 10%;

Il rimanente 45% è stato suddiviso per tutte le altre voci di cui sopra.

Tipi di Carte di credito

Una carta di credito è una carta in plastica che viene emessa da una banca o da un istituto finanziario e che permette praticamente di prendere in prestito denaro per acquistare beni o servizi.

Dato che c’è un istituto di credito dietro l’emissione di una carta di credito, questo tipo di carte viene sempre accettato per fare acquisti online o nei negozi fisici, perché il pagamento sarà sicuramente solvibile.

  • Carte di credito revolving: si tratta di una delle tipologie di carte di credito più diffuse in assoluto. Chi la possiede può usarla anche tutti i giorni: ogni volta che la usa, l’importo speso viene detratto da un plafond (cioè una sorta di salvadanaio che la banca mette a disposizione). Il rimborso delle somme spese viene poi fatto pagando delle rate mensili a cui vengono aggiunti degli interessi;
  • Carte di credito a saldo: esattamente come la prima tipologia, questa carta di credito consente di spendere anche tutti i giorni delle somme che vengono messe a disposizione dalla banca in un plafond. In questo caso, il rimborso di queste somme avviene tutto in un’unica soluzione, di solito entro la metà del mese successivo. Il vantaggio delle carte di credito a saldo è che non si pagano interessi sulle somme usate e rimborsate completamente entro la scadenza;
  • Carte di credito ad opzione: sono una sorta di “ibrido” tra le due soluzioni sopra, lasciando all’utente la possibilità di scegliere come rimborsare le somme utilizzate: se lo fa entro la scadenza, non si pagano interessi, altrimenti entra in gioco l’opzione revolving con i suoi tassi di interesse;
  • Carte di credito con cash back: queste carte di credito permettono di ricevere del denaro ad ogni spesa che si fa. Alcune opzioni di questa nicchia offrono del denaro contante che viene accreditato sul conto corrente, mentre altre offrono punti bonus da spendere in ristoranti o viaggi (ad esempio);
  • Carte di credito per i viaggi: queste carte offrono l’opportunità di guadagnare premi specificamente orientati al viaggio, spesso dei crediti di viaggio da utilizzare per qualsiasi futuro acquisto nel settore. Alcune carte di credito per miglia aeree e premi di viaggio consentono anche di accumulare punti nell’ambito di un programma specifico, come un programma frequent flyer o un programma di fedeltà alberghiera.
  • Carte di credito business: queste carte consentono ai titolari di tenere separate le spese personali da quelle aziendali ed ottenere dei premi su tutte le spese legate al business. Queste carte possono essere carte di credito con rimborso in contanti, carte di credito a premi, carte di credito per viaggi o persino carte di credito garantite. In generale, una buona carta di credito business facilita la gestione delle spese dell’attività.

Come utilizzare una carta di credito?

Una carta di credito può essere usata:

  • in un negozio fisico tramite il POS;
  • su internet, facendo acquisti online in sicurezza

Le carte di credito possono essere utili in molti modi, come pagare una bolletta, fare acquisti online, prendere un volo aereo o prenotare una camera d’albergo.

Come funziona una carta di credito?

Quando si utilizza una carta di credito, l’istituto finanziario a cui la carta appartiene addebita l’importo dell’acquisto sul conto del suo cliente.

Egli quindi dovrà rimborsare l’importo utilizzato entro una certa data di scadenza.

Se non si è in grado di pagare tutto l’importo dovuto entro la data di scadenza, allora si pagheranno delle rate mensili per rimborsare la somma presa in prestito (i tassi di interesse sono mediamente molto più alti rispetto a quelli di un prestito personale).

Si può utilizzare la carta per acquistare beni e servizi fino a quando non si raggiunge il limite consentito. Una volta raggiunto, non si potrà può più utilizzare la carta fino a quando non si paga l’importo dovuto, in tutto o in parte (praticamente, ripagando il debito, aumenta il plafond disponibile della carta, cioè l’importo che si può spendere).

Come ottenere una carta di credito

Una carta di credito si può richiedere in banca o direttamente online, come nel caso dell’American Express, la più famosa e la più potente carta di credito al mondo.

A seconda dei casi è fondamentale avere il conto corrente, mentre in altri si può avere una carta di credito senza conto corrente.

In tutti i casi è necessario soddisfare i requisiti per avere una carta di credito.

Quali sono i vantaggi di una carta di credito?

  • Sicurezza: una carta di credito fornisce un livello di sicurezza superiore rispetto alle transazioni in denaro contante, soprattutto contro le frodi;
  • Flessibilità: le carte di credito offrono flessibilità nei pagamenti e nelle scadenze. Quando si fanno acquisti, infatti, si possono pagare gli acquisti in rate mensili (pagando degli interessi);
  • Premi e incentivi: alcune carte di credito offrono incentivi come punti, miglia aeree, cashback e altri premi;
  • fiducia: le carte di credito sono un modo per migliorare il proprio credit score, cosa che permette di ottenere più facilmente prestiti in futuro.

Quali sono gli svantaggi di una carta di credito?

  • Costi elevati: le carte di credito hanno costi alti per quello che riguarda gli interessi e le commissioni;
  • Rischio di insolvenza: se non si gestisce bene una carta di credito, si può finire per accumulare debiti e incorrere nel rischio di insolvenza.
  • Tentazione di spendere di più: le carte di credito possono incoraggiare lo spendere di più perché non si vedono subito i soldi che si stanno spendendo.

Quanto costa una carta di credito?

Il costo di una carta di credito dipende dalle funzionalità che si cercano.

Ci sono carta di credito che costano anche più di 500 euro all’anno, come alcune American Express, e altre carte di credito gratuite.

In realtà, il costo annuo può salire anche di molto se si considerano le carte di credito più prestigiose al mondo, che arrivano a costare anche svariate migliaia di dollari all’anno.

Ricorda che le carte di credito possono essere uno strumento finanziario utile e conveniente, ma è importante usarle in modo responsabile e fare una scelta attenta quando si sceglie la migliore carta di credito.

Le carte di credito e le principali alternative

La carta di credito è uno strumento di pagamento solitamente collegato a un conto corrente. Nonostante a prima vista sia dunque possibile confondere tale servizio con i bancomat o prepagate, in entrambi i casi le differenze sono sostanziali.

Carta di credito e bancomat

Con il bancomat infatti, il denaro viene direttamente prelevato dal conto corrente, mentre con la carta questo viene considerato come a debito. Di fatto, quando si spende denaro tramite una carta di credito, non si stanno impiegando soldi realmente propri, ma si attinge in realtà a una sorta di “prestito” effettuato dall’istituto bancario. Questo prestito, risulta naturalmente soggetto ad interessi che vengono rimborsati in seguito.

Quando spendiamo con la carta di credito non stiamo dunque spendendo soldi nostri, ma piuttosto prendendo in prestito denaro dalla banca, denaro sul quale verrà applicato un tasso di interesse e che rimborseremo probabilmente a rate, proprio come se dovesse trattarsi di una finanziaria.

Carta di credito e prepagata

Un discorso tutto diverso va fatto quando si parla di carte prepagate. Questo tipo di carta soprattutto quando parliamo di prepagate con IBAN, permette di effettuare tutte le transazioni generalmente concesse da una carta di credito, tranne il pagamento a rate.

Il servizio in questione inoltre, non è collegato in nessun modo a un conto corrente: per poter rifornirla di denaro è dunque necessario effettuare dei veri e propri versamenti. Proprio questa sua natura comporta dei vantaggi per chi effettua acquisti online soprattutto per questioni di sicurezza. Naturalmente, i pagamenti non sono dilazionabili.


db Gold

db Platinum

db Black

Carta di Credito Bancoposta Oro

Hello! Card

Carta di Credito Classic

Carta di Credito Oro

Carta Futura di CA Auto Bank